La migliore libreria online gratuita

Israele. Sogno e realtà di uno stato ebraico. L'identità nazionale tra eccezione e normalità

FORMAT: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 31/05/2018
DIMENSIONI PER FILE: 3,13
ISBN: 9788868437626
LINGUAGGIO: italiano
AUTORE: Michael Brenner
PREZZO: GRATIS

Puoi scaricare il libro Israele. Sogno e realtà di uno stato ebraico. L'identità nazionale tra eccezione e normalità in formato pdf epub previa registrazione gratuita

Descrizione:

Tra i fondatori del movimento sionista che, nella seconda metà dell'Ottocento, auspicavano la creazione di uno Stato ebraico, molti sognavano una nazione che fosse né più né meno come tutte le altre. Quando, nel 1897, Theodor Herzl convocò il primo congresso del movimento sionista, non vi fu però accordo sul modo di riportare alla «normalità» la situazione del popolo ebraico. Herzl propose una «nuova società secolarizzata», dai tratti liberali, che potesse essere al tempo stesso la patria di ebrei e nonebrei; i sionisti dell'Est europeo propugnarono la riproposizione della lingua ebraica e la creazione di una cultura ebraica distinta e separata; i socialisti, dal canto loro, immaginarono una società fondata su comunità di lavoro agricole; e gli ortodossi sognarono una società imperniata sulle leggi delle antiche Scritture. Quando, all'indomani della catastrofe del secondo conflitto mondiale, divenne infine realtà la fondazione di Israele, lo Stato che ne emerse tra mille difficoltà nel 1948 rappresentò tutto meno che un'entità «ordinaria». Nato sulle ceneri del genocidio e di una lunga storia di sofferenze, Israele fu concepito per essere un unicum, una società modello, la sede di un Medio Oriente in grado di aspirare a una nuova modernità e a un'inedita prosperità. Ma fin da quel primo momento furono poste le basi per uno scontro tra i sogni del sionismo e la realtà dello Stato di Israele; uno scontro destinato a continuare fino a oggi. In questo affresco, Michael Brenner evidenzia il paradosso essenziale di questa lunga vicenda, divenuta sempre più decisiva non solo per gli equilibri geopolitici dell'area mediorientale, ma dell'intero scenario mondiale: il desiderio del popolo ebraico di essere al tempo stesso normale ed eccezionale. Si tratta di una contraddizione che attraversa tutta la parabola della definizione di una nuova identità ebraica e israeliana, e contemporaneamente la ricerca di un posto sicuro di Israele nel consesso delle nazioni.

...ontinuità territoriale e senza un ritiro dei terriori occupati da Israele dal 1967 ... Amazon.it: Israele. Sogno e realtà di uno stato ebraico. L ... ... . Questo basterebbe per abbandonare ogni discorso fatalista e disfattista, in nome di un'azione efficace e concreta per un progetto di leva nazionale tanto sperato. Tra i fondatori del movimento sionista che, nella seconda metà dell'Ottocento, auspicavano la creazione di uno Stato ebraico, molti sognavano una nazione che fosse né più né meno come tutte le altre. Quando, nel 1897, Theodor Herzl convocò il primo congresso del movimento sionist ... Israele. Sogno e realtà di uno stato ebraico. L'identità ... ... . Quando, nel 1897, Theodor Herzl convocò il primo congresso del movimento sionista, non vi fu però... Israele diventerà in virtù della legge da "Stato ebraico e democratico" - un ossimoro secondo alcuni, un tentativo in parte almeno riuscito in questi 70 anni secondo altri di conciliare lo "Stato degli ebrei" concepito da Herzl e dai padri fondatori del sionismo, uno Stato cioè dove gli ebrei potessero autodeterminarsi in una nazione, fossero maggioritari e così padroni del ... L'identità nazionale tra eccezione e normalità. Il fascicolo ripercorre la storia e i problemi di Israele dalla nascita sino ai nostri giorni. Non sono mancati nel passato analisi della vicenda dello Stato e, per questo motivo - scrivono i due direttori - "per lo Stato di Israele celebrare e riconsiderare se stesso è perciò un fatto che si inscrive in una tradizione ben consolidata". Con Regno Unito di Israele, si intende, secondo il racconto biblico, il regno unito degli Israeliti formatosi attorno al 1030 a.C. negli attuali Israele, Cisgiordania e Giordania, abitato prevalentemente da Ebrei.. L'ultimo dei suoi sovrani fu il re Salomone, attorno al 933 a.C.: le tribù del nord contestarono l'autorità di Roboamo, successore di Salomone, e si organizzarono nel Regno d ... Israele. Sogno e realtà di uno stato ebraico. L'identità nazionale tra eccezione e normalità. Michael Brenner edito da Donzelli. Libri-Brossura. Disponibile-20% su migliaia di libri Aggiungi ai desiderati. 28, 00 ... Tutti i dettagli su chi siamo. TEL AVIV - Al termine di un accesissimo dibattito, la Knesset, il Parlamento israeliano, a maggioranza ha approvato la notte scorsa una legge che definisce Israele "Stato-nazione del popolo ebraico". Capitolo I - Israele antico e moderno 1.1. L'Ebraismo dal Primo al Secondo Tempio 1.2. La diaspora dal 70 d.C. fino al 1948 1.3. Theodor Herzl e il Sionismo 1.4. L'Indipendenza dello Stato d'Israele Capitolo II - La Dichiarazione d'Indipendenza dello Stato d'Israele: aspetti democratici ed ebraici 2.1. Che Israele sia uno stato "ebraico", non solo perché luogo di rifugio dalla persecuzioni di un popolo disperso, ma perché l'identità collettiva del paese è impregnata di cultura ebraica (la lingua, le feste, i simboli pubblici) è certamente legittimo. Ma non è accettabile che lo stato favorisca il gruppo ebraico rispetto ad altre etnie. E-book di Michael Brenner, Israele - Sogno e realtà dello Stato ebraico, dell'editore Donzelli. Percorso di lettura dell'e-book: eBook - libri. : Tra i fondatori del movimento sionista che, nella seconda metà dell'Ottocento, auspicavano la creazione di uno... Cosa significa che Israele è uno stato "esclusivamente ebraico" La legge discrimina la popolazione di religione non ebraica che risiede in Israele ed è stata fortemente criticata dalla ... Le migliori offerte per INCANTEVOLE VISIONE TRA SOGNO E REALTA Armoniosa poetica di Teresa Gugliucci di sono su eBay Confronta prezzi e caratteristiche di prodotti nuovi e usati Molti articoli con consegna gratis! dell'Europa, ma, in realtà, è fondamentale che questo succeda. Se Israele fosse considerato come uno Stato razzista e colonialista da parte della società e dell'opinione pubblica occidentale, verrebbero portati avanti dei boicottaggi nei suoi confronti e la dirigenza sionista dovrebbe arrestare la sua opera di pulizia etnica. Israele: storia di uno Stato scomparso e rinato Nel 70 d.C., lo Stato ebraico crollò definitivamente a seguito della caduta di Gerusalemme. Tale avvenimento accentuò la diaspora, cioè l ... Storia antica di Israele, Laterza, Bari 2003). Il primo popolo monoteista: non lo furono sempre. Erano politeisti; poi adottarono un dio nazionale, come tutti i popoli della regione. Yahweh per Giuda e Israele, Kemosh per Mo'ab, Qaus per Edom, Milkom per 'Ammon, Hadad per Damasco, Ba'al/Melkart per Tiro (p. 158). Israele. Sogno e realtà di uno stato ebraico. L'identità nazionale tra eccezione e normalità; Salvarsi. Gli ebrei d'Italia sfuggi...